La maggior parte delle reti casalinghe è wireless (reti Wi-Fi) Una rete Wi-Fi permette di collegare senza fili a Internet diversi tipi di dispositivi, dai laptop ai tablet, dalle console di gioco alla televisione. Perché ciò accada, la tua rete necessita di ciò che viene denominato un punto di accesso

Un Access Point (AP) è un dispositivo elettronico di telecomunicazioni che permette all’utente mobile di collegarsi ad una rete wireless direttamente tramite il suo terminale se dotato di scheda wireless. Se esso viene collegato fisicamente ad una rete cablata (oppure via radio ad un altro access point), può ricevere ed inviare un segnale radio all’utente grazie ad antenne e apparati di ricetrasmissione, permettendo così la connessione sotto forma di accesso radio.

wifinetwork

Una volta collegati al punto di accesso, questi dispositivi potranno sia accedere ad Internet sia comunicare tra loro. Il punto di accesso diventa quindi una componente essenziale della rete casalinga, per cui ti raccomandiamo di seguire i seguenti suggerimenti per renderlo più sicuro.

 

Per la maggior parte dei modelli di access point l’utente e la password di amministrazione sono ben conosciuti e spesso pubblicati su Internet. Per questo motivo devi cambiare la password dell’amministratore non appena installi il dispositivo. È inoltre opportuno che questa password non venga utilizzata per altri account.

Una seconda opzione da configurare è il nome della rete (SSID). Questo è il nome che i tuoi dispositivi vedranno nella fase di ricerca di una rete wireless locale. Assegna alla rete un nome che sia unico, in modo da poterlo identificare facilmente, e che al contempo non contenga informazioni personali. Configurare una rete come nascosta (o non-broadcast) non offre una grande protezione: molti strumenti di analisi della rete e tutti gli hacker mediamente esperti sono in grado di scoprire facilmente i dettagli di ogni rete nascosta.

Il passo successivo consiste nel fare in modo che  i collegamenti siano protetti dalla crittografia. Se vuoi essere sicuro che vicini ed estranei non possano collegarsi  il modo migliore è l’impiego di meccanismi come il WPA2: attivandolo, farai in modo che per ogni collegamento alla tua rete di casa venga richiesta una password. Le connessioni stabilite, una volta autenticate, saranno anche cifrate. Non utilizzare protezioni vecchie e superate come il WEP e non lasciare la rete aperta senza protezione alcuna: così facendo permetteresti a chiunque di collegarsi senza dover inserire la password di accesso.

Assicurati che la password utilizzata per collegarti alla rete sia forte, difficile da indovinare e che sia diversa da quella di amministrazione. Ricorda che questa password dovrà essere inserita una volta sola per ognuno dei tuoi dispositivi, poiché verrà conservata nella loro memoria interna.

Molti punti di accesso wireless supportano la cosiddetta guest network o “rete per gli ospiti”. Questo tipo di rete permette appunto a ospiti o visitatori di sfruttare il tuo punto di accesso per connettersi ad Internet, senza però potersi collegare ai tuoi dispositivi personali connessi alla rete casalinga. Se aggiungi una guest network, ricorda di abilitare la protezione WPA2 e utilizza una password diversa da quella della rete principale.

Se non riesci a ricordare le diverse password,usa un password manager per memorizzarle. Ne abbiamo parlato qui e qui.

Commenti Facebook