Comprare un prodotto con Garanzia Europa è di certo vantaggioso e ti fa risparmiare, ma ci sono alcuni aspetti che devi prendere in considerazione per poter comprare in tranquillità.

In Italia, il Codice del Consumo (d.lgs.206/05), agli articoli dal 128 al 135, regola la garanzia legale sui beni di consumo venduti ai consumatori, la cui norma originaria è il d.lgs. 24/2002.

Questa garanzia, della durata di due anni, copre tutti i problemi causati da vizi di produzione e di conformità presenti nei prodotti acquistati, ma è necessario che il consumatore segnali il difetto del bene in questione entro e non oltre i due mesi dal verificarsi del malfunzionamento.

images

Che caratteristiche deve avere un bene per risultare conforme?

  • Dev’essere idoneo all’uso al quale servono normalmente beni dello stesso tipo;
  • Dev’essere conforme alla descrizione fatta dal venditore e possedere le qualità descritte dallo stesso;
  • Deve presentare le qualità di un bene dello stesso tipo che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi;
  • Dev’essere idoneo all’uso particolare voluto dal consumatore che sia stato portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato.

La garanzia dei prodotti acquistati all’interno della UE è disciplinata dalle stesse leggi in vigore sul territorio italiano.

Quindi, abbiamo a disposizione due anni di tempo per chiedere la sostituzione del bene non conforme e segnalare il difetto entro 60 giorni dall’inizio del malfunzionamento.

Anche in questo caso, se il prodotto non può essere riparato o sostituito, possiamo chiedere un rimborso o una riduzione del prezzo pagato.

Inoltre, in alcuni Paesi dell’UE, il consumatore può avvalersi del diritto di chiedere un risarcimento al produttore.

Vediamo quindi che, in termini di garanzia, le differenze tra l’Italia e il resto dei Paesi dell’Unione Europea sono minime.

Tuttavia, bisogna comunque considerare che, in caso di malfunzionamento di un certo prodotto, è possibile che si presenti la necessità di inviarlo al relativo produttore o centro di assistenza, il quale può trovarsi parecchio distante da noi, fattore che causerebbe un aumento dei tempi di attesa e, potenzialmente, delle spese, nel caso si parli di spostamenti all’interno dell’Unione Europea.

Come per un qualsiasi articolo comprato in un negozio fisico, la comunicazione tra acquirente e venditore, e di conseguenza l’acquisto di un bene on-line, pur essendo virtuali, hanno la stessa validità di un atto di compravendita tradizionale.

Quindi, qualora dovessero sorgere problemi riguardanti il prodotto, il consumatore è assistito dalle garanzie previste per legge, ossia:

  • Garanzia di conformità prestata dal venditore è obbligatoria;
  • Garanzia di buon funzionamento prestata dal produttore.

La garanzia vale per due anni dal momento della consegna e può essere fatta valere entro due mesi dalla scoperta del problema.

Il consumatore può chiedere la sostituzione o la riparazione del prodotto; solo nel caso in cui queste siano difficoltose o impossibili, si può chiedere la diminuzione del prezzo o la risoluzione del contratto (con restituzione del denaro al cliente e del prodotto al venditore).

Commenti Facebook