WordPress ci permette di decidere quale ruolo e quali permessi devono assumere altri utenti, autori e amici sul nostro blog. In questa guida illustreremo per ogni ruolo predefinito quali sono i permessi e le azioni possibili per ognuno di essi e quali sono gli interventi e le operazioni non permesse.

userwp

Amministratore: ha il pieno controllo del blog, per l’appunto può amministrare tutto, oltre ad avere il controllo assoluto su articoli, pagine, commenti, plugin installati, può gestire il tema del sito, modificarlo e gestire ovviamente gli utenti ed i loro ruoli.

 

Editore: può gestire sia i suoi articoli che gli articoli degli altri utenti. Inoltre può moderare i commenti, caricare le immagini, aggiungere o rimuovere categorie. E’, a tutti gli effetti, il braccio destro dell’amministratore, ma non ha alcun controllo sulla personalizzazione del tema e del layout.

Autore: E’ un gradino sotto l’editore, in quanto ha il pieno controllo solamente sui propri post, ma non su quelli degli altri utenti. Questo ruolo per esempio viene assegnato a delle persone che scrivono sul blog.

Collaboratore: il collaboratore è un utente che può gestire i propri articoli ma il compito di pubblicarli spetta ad un Autore, Editore o l’amministratore stesso. Di solito il collaboratore prepara l’articolo, l’autore lo controlla e lo pubblica. Questo ruolo è molto importante in blog multi-autore per moderare e controllare i post dei nuovi utenti di cui non si conosce ancora molto.

Sottoscrittore: è un semplice lettore ma con il vantaggio che può leggere i commenti del blog, rimanendo sempre aggiornato su ciò che accade. Ogni utente che si registra, viene inserito automaticamente sotto questo ruolo.

Questi sono i ruoli assegnabili con il CMS WordPress, di norma chi ha il ruolo di amministratore è il webmaster, mentre al cliente viene assegnato il ruolo di editore, questo per evitare che possa erroneamente causare dei malfunzionamenti per esempio al tema in uso.

Commenti Facebook