USB Tipo-C (USB Type-C o ancora più semplicemente USB-C) è uno standard di connettori e cavi USB (versione 3.1, 3.0 e 2.0) per la trasmissione di dati e alimentazione che sostituisce di fatto gli standard Tipo-A e Tipo-B.

Ci sono 3 criteri principali che sono usati per differenziare USB-C da altri cavi, capacità di potenza, tutti i cavi USB-C devono supportare almeno 3 Ampere (60 W di potenza) di corrente elettrica.

Velocità, USB-C è solo un connettore mentre USB 3.0. USB 2.0 e USB 1.0 si riferiscono alla velocità con cui avviene il trasferimento dei dati. Un cavo USB-C può utilizzare uno o più di questi standard USB e in base a questi standard un cavo USB-C avrà velocità massime diverse. Quindi, anche se USB-C sembra essere il connettore più moderno, potrebbe comunque supportare USB 2.0 con la stessa velocità massima della normale USB 2.0, che è di circa 480 MBPS. Altri standard di USB-C come USB 3.1 Gen 2 supportano velocità di trasferimento che arrivano a 10 GBPS.

È necessario vedere l’etichetta per capire a quale velocità il cavo può trasferire i dati. Inoltre, è possibile cercare un cavo che si identifichi come cavo USB-C “FULL FEATURED”. Significa che il cavo supporta le più recenti velocità USB 3.1 Gen 2 di 10 GBPS ed è retrocompatibile con USB 2.0.

Protocolli dati supportati, un USB-C può utilizzare diversi protocolli di dati chiamati anche “Modalità alternative”. Attualmente esistono 4 diverse modalità alternative:

DisplayPort: offre una risoluzione più elevata, velocità di aggiornamento più elevate e colori più intensi su un singolo cavo.

Thunderbolt: un’interfaccia hardware sviluppata da Intel. Consente la connessione di periferiche esterne a un computer.

HDMI: in grado di inviare video e audio ad alta definizione da un dispositivo sorgente a un display.

MHL – utilizzato per collegare lo smartphone ai televisori.

.

Commenti Facebook