Alle volte può capitare che la portata della rete wireless che utilizziamo in casa non è sufficiente a coprire i piani o le stanze dell’abitazione. In questi casi si possono utilizzare i “Range Extender”, dispositivi che permettono di incrementare il segnale wireless, portandolo in aree difficili da raggiungere o non cablabili.
Il range extender di TP-LINK ha dimensioni molto contenute ed un’estetica abbastanza curata che ne permettono il posizionamento praticamente ovunque.

Print

La prima configurazione può avvenire in due modi. Il primo consiste nell’eseguire il setup sfruttando la funzione WPS di serie su molti access point. Se l’access point supporta questa funzione, basta inserire il range extender in una presa elettrica, attendere che i led di accensione e wireless si accendano quindi premere il pulsante WPS sul router e sul range exteder e dopo una manciata di secondi il range extender sarà configurato e pronto all’uso.

Se si preferisce usare il cavetto Ethernet, basta inserire il range extender in una presa elettrica, attendere che i led di accensione e wireless si accendano quindi connettere l’extender al computer con il cavetto incluso, e scrivere “https://tplinkexteder.net” in un browser, premere invio ed effettuare il login usando “admin” come nome utente e come password. A questo punto si apre la pagina Quick Setup e da qui è possibile portare a termine la configurazione.

La presenza della porta Ethernet è comoda poiché permette l’uso del range extender con dispositivi come console di gioco, dvr e smart tv, che hanno una porta Ethernet ma non dispongono di connettività wireless.

Commenti Facebook